La Terminologia Rap, dal Dissing alle Barre: Facciamo Chiarezza! |

La Terminologia Rap, dal Dissing alle Barre: Facciamo Chiarezza!

Anche in Italia nel 2020 si può finalmente considerare il Rap come musica popolare, musica per il grande pubblico.

Per comprendere correttamente questo fenomeno è necessario però aver chiaro il significato della terminologia ad esso propria. Barra, freestyle, extrabeat e dissing sono parole che iniziamo a sentire e a leggere sempre più spesso, ma a volte vi è più di un equivoco sul loro significato.

Facciamo chiarezza su alcuni dei termini più noti e utilizzati della terminologia Rap.

Barra: Unità di misura utilizzata solitamente per definire la durata di una strofa Rap. Una barra corrisponde a una battuta di quattro quarti, cioè una misura composta da quattro movimenti. Nella maggioranza dei casi infatti ci troviamo di fronte a tempi binari, con andamento swing. Un esempio, in italiano, di un brano Rap con un tempo non binario è “La ballata del dubbio parte 3” di Gemitaiz. Qui le barre sono di 6/8.

La durata media di una strofa Rap è di 16 barre, quindi 16 battute, anche se negli ultimi anni le strofe tendono ad accorciarsi e spesso sentiamo strofe da 8 barre.

Beat: Letteralmente “battito”. Termine utilizzato generalmente per indicare la strumentale di un brano Rap.

MC: Acronimo di Master of Ceremonies, maestro di cerimonia. Colui che utilizza ritmicamente la propria voce sopra un beat per intrattenere un pubblico. Semplicemente il Rapper.

Extrabeat: raddoppiamento della velocità nel rappato. Spesso la scansione sillabica è in sedicesimi o trentaduesimi e quasi sempre swingata, quindi con un andamento terzinato. Esempi celebri di extrabeat sono il brano “Rap God” di Eminem, in particolare dal minuto 4:25 del brano. Oppure la strofa di Busta Rhymes nel brano “Look at me now” con Lil Wayne e Chris Brown. Per fare un esempio in italiano citiamo ancora Gemitaiz e la sua strofa nel brano “King Supreme”.

Freestyle: Rime improvvisate, libere o a tema, su un beat. Al pari di quanto accade in altri generi musicali, come il Jazz, l’improvvisazione gioca un ruolo cruciale nel Rap. Il freestyle può essere competizione, quindi una sfida tra due MC, o puro sfoggio di talento. Nel primo caso si parla di Battle di freestyle, come per esempio il Tecniche Perfette, competizione nazionale italiana ormai alla sua sedicesima edizione. Nel secondo si può parlare di Cypha, o Cypher, cioè un cerchio di persone al centro del quale chi vuole può esibirsi. Non era raro però che da un Cypha nascesse poi una Battle.

Flow: Letteralmente “flusso”, è il termine utilizzato per indicare la metrica utilizzata da un Rapper. Il Rapper utilizza le sillabe delle parole per costruire delle figure ritmiche precise. Notoriuos B.I.G., Andre 3000 degli Outkast e Kendrik Lamar sono alcuni dei Rapper più celebri per avere un Flow estremamente vario e creativo. Per citare un paio di talenti nostrani non possiamo non nominare Marracash e Clementino, da sempre osannati per il loro Flow.

Delivery: Il significato letterale del termine è “consegna”. Un rapper non si deve preoccupare solo di scrivere delle belle rime, ma anche di saperle “consegnare” in maniera efficace dal vivo, al pubblico. Energia comunicativa, contatto visivo, movimento, sono elementi cruciali della Delivery, che potremmo tradure in italiano semplicemente con il termine “presenza scenica”.

Dissing / Beef: Il dissing è una strofa, una rima o un intero brano dedicato a insultare ed umiliare tecnicamente un altro Rapper. Il Beef è una vera e propria faida tra due Rapper o due fazioni di MCs. Il Beef più celebre della storia è sicuramente quello tra East e West Coast, fazioni che si sono scambiate innumerevoli dissing, frecciatine e vere e proprie intimidazioni durante gli ultimi anni 90. Purtroppo sappiamo che quel particolare Beef si concluse con la morte di due artisti insostituibili quali Tupac e Notorious B.I.G., entrambi assassinati dalla fazione rivale. Una tragedia di tale portata per fortuna non si è più verificata.

Ora che ci è più chiaro il significato di questa terminologia potremmo essere fruitori, e/o esecutori, più consapevoli di un genere sempre più di successo.