Come realizzare un walking bass efficace

Capita frequentemente che allievi di basso mi chiedano come realizzare un walking bass efficace e dopo aver trascritto molti brani e letto testi sull’argomento ho riassunto il tutto in questo breve tutorial.
Generalmente iniziamo suonando in quarti, quindi se abbiamo un tempo in 4/4 suoneremo 4 note per ogni misura.

Consiglierei di mettere come prima nota sempre la fondamentale dell’accordo. La seconda e terza nota in genere dovranno far parte della scala a cui ci riferiamo. La scala dipende sempre dall’accordo che abbiamo ed è consigliabile suonare note per gradi congiunti ascendenti o discendenti oppure, al massimo salti di terza, perché salti troppo ampi nel walking bass rischiano di creare un effetto ostico all’orecchio.

La soluzione migliore è di utilizzare le scale o gli arpeggi. In questo modo avremo 4 possibilità:

  1. scale ascendenti
  2. scale discendenti
  3. arpeggi ascendenti
  4. arpeggi discendenti

Il punto più importante si trova sulla quarta nota, che spesso i bassisti trascurano.

La quarta nota è il collegamento verso l’accordo successivo. Compito del bassista è di “far sentire” l’accordo e contemporaneamente portare l’orecchio verso l’accordo successivo. Utilizzando le scale di arpeggi faremo sentire l’accordo. Utilizzando la quarta nota come collegamento porteremo l’orecchio verso l’accordo successivo.
Questa funzione è importante perché il walking bass è un sistema che crea una linea di note che legano tutti gli accordi: un tappeto musicale che agevola solisti e cantanti.

walking bassEsempio:
4 misure: 1) re minore settima 2) misura sol settima 3 e 4) do maggiore

Dm7 / G7 / C / C

Prima battuta: Dm7
Suono la nota Re (fondamentale) Mi e Fa (note della scala), Fa diesis (nota di avvicinamento a Sol)

Prima battuta Dm7

Seconda battuta: G7

Utilizzo la scala di Sol misolidio discendente: Sol (fondamentale) Fa e Mi (note della scala). Come nota di avvicinamento all’accordo successivo suonerò Re.

G7

Terza battuta: C
Prima nota: Do
Seconda e terza nota: Re e Mi
Quarta nota: questa volta nella battuta successiva siamo ancora in Do. Per dare varietà inizierò la quarta misura con la nota Sol (quinto grado dell’accordo). La nota di avvicinamento sarà quindi Fa.

Terza battuta C

Quarta battuta: C
Prima nota: Sol (quinto grado dell’accordo). Da qui suono un arpeggio discendente con
seconda e terza nota Mi e Do .
L’accordo successivo sarà di nuovo Dm7, quindi la nota di avvicinamento sarà Do#.

Quarta battuta C

 

Paste your AdWords Remarketing code here